Vita di Paese

40 Responses to Vita di Paese

  1. gufo triste says:

    caro Elio e tutti voi che state imparando ad usare e stare su internet, auguri a tutti voi e benvenuti tra gli internauti. questo mondo fatto di bit ed impulsi elettronici con tante cose belle e altrettante trappole , ha bisogno di persone che tengono i piedi per terra . Ciao e continuate a scriverr anche solo per esercitarvi. poi scrivete le cose che dirreste se foste in una piazzetta di paese vera, raccontateci quello che vi piace del paese o se ci sono cose che non vanno bene, qui si forma la comunita che poi si ritrova per le strade vere del paese, liberamente…. se leggete cose che non vi tornano, criticatele senza problemi, basta essere educati.

  2. elio tartabini says:

    questo corso è interessante
    peccato che siamo rimasti pochi ma buoni

  3. elio tartabini says:

    questo corso è interessante
    peccato che siamo rimsti pochi
    ma buoni

  4. Angelica says:

    ieri sono andata alla sagra della polenta
    era molto buona!!!!!!

  5. DONATELLA says:

    Incendio in corso: danneggiata una casa, le fiamme verso la polveriera delle Versegge
    per maggiori informazioni cliccare su:

    http://www.ilgiunco.net/2012/09/29/incendio-in-corso-danneggiata-una-casa-le-fiamme-verso-la-polveriera-delle-versegge/#.UGbkP-AoH-I.facebook

  6. birillo says:

    ho trovato il posto della ripresa …….. niente Magia, passate il calvalcavia della vecchia aurelia (dopo Madonnino) e subito dopo guardatevi sulla destra andando verso nord. Vedrete il capannone della ripresa…….

  7. nello says:

    Non credo che l’ipotesi di Mezzamestolea sia esatta, cioè escluderei zona Magia (non Lupo come lui erroneamente scrive), la Finanza ed altre Forze erano state viste sì lungo l’Aurelia, ma in zona Madonnino, comunque escluderei il legame Polo -piante papavero, e lo dice uno che da sempre ha collegato Polo-mala (con tutto quello che consegue).
    So di gente che ignorantemente, vista la bellezza dei fiori, ne ha coltivati qualche pianta (l’ultima che ricordo fu Marisa , la moglie del Micio, che vista la pianta, ne chiese il seme e lei, tranquillamente la mise in bella mostra accanto alla “famosa” ficaia sull’incrocio per Montepescali, anche per lei un brutto quarto d’ora); il problema è che i papaveri fanno molti semi, siamo sicuri che fosse una piantagione o una nascita “spontanea” (anche il filmato sopra da questa impressione)?

  8. Gufo triste says:

    E gliela darei io la droga a st’infami rincretiniti fumati e sniffati, col cervello bruciato. Andassero a farsi un litrozzo al madonnino a quella festa del cavolo che non hanno il coraggio manco di chiamarla in italiano… maremma wine food sh…. ma che cappero vuol dire maremma maiala?…

  9. mezzamestola says:

    La rete sembra quella dell’aurelia a quattro corsie, il rumore di sottofondo lo confermerebbe, hanno tagliato le immagini di un podere, chissà forse per impedire di far capire dove è, però è strano sembra molto vicino al lupo, verso il bivio di Giuncarico, perchè citare Braccagni? non mi sembra nemmeno nel territorio di Grosseto o forse si, forse è tra l’aurelia nuova e la fossa… chi abita li vicino potrebbe aver visto chi trafficava con questi papaveri (ora sono vietati, ma un tempo i nostri nonni li utilizzavano come medicinale, e per far addormentare le persone quando avevano delle ferite dolorose da curare o operare).

  10. Calimero says:

    Ecco a cosa serviva il famigerato polo logistico allora!!!
    E voi l’avete stroncato senza pieta’!
    Ma non sapete che in tutti i paesi del terzo mondo come il nostro si riconoscono bene due cose: la corruzione dei politici e la coltivazione di oppiacei, ovvia che caratteri avete!

  11. birillo says:

    Il final ognuno interpreta a suo modo, calimero mio il vento quando soffia non sempre porta via …. chiudi ben la porta e vedrai che sol le foglie voleranno….

  12. calimero says:

    Aiai birillo, tu parli di una storia difficile ma bello è il lieto fine!
    Leggo tra le righe del tuo intendimento che i vento nuovo porta via sempre l’aria stantìa ma attento piccolo birillo che a volte, se non ben saldi, volano via interi papiri ricchi magari di fiabe felici.

  13. Birillo says:

    Oggi ho voglia di raccontarvi una favola, sapete quelle favole che il finale ognuno lo interpreta come vuole? Allora in genere si comincia così…. ” C’era una volta………un tizio di nome Giovannino che arrivo’ in un paese dove tutti erano tristi e arrabbiati. Cercò di capire il perchè ma nessuno poteva parlare (o non voleva) e nel paese regnava una tensione e tristezza che faceva paura. Solo un bambino che trovò in giro per i campi ebbe il coraggio di raccontare che un terribile gigante il quale viveva in un castello aveva portato via tutti i beni e la serenità della gente e, sopratutto la serenità. La gente non sapeva più come comportarsi. Giovannino non conosceva nè paura nè tristezza, allora andò al castello e………. ecc. ecc. Da quel giorno il castello fu abitato da gente serena e felice, i bambini scorrazzavano giocando ”

    (Tratto, in parte ,da Fiabe e storie della maremma di Roberto ferretti)

  14. Robi says:

    Auguri vekkiettooooooooooo

  15. Patrizio G. says:

    Oggi è il compleanno di un grande amico e insostituibile Braccagnino, NELLO LOLINI…. AUGURI !!!

  16. Robi says:

    Mamma mia che brutto periodo! President che cavolo ci combini?

  17. Toto says:

    l’ho sentito, va meglio… in gamba mr president…

  18. birillo says:

    Ho saputo che Roberto S. non si è sentito molto bene….. spero che si sia rimesso e che non sia stato niente di grave. Fatti sentire e dicci come va……….

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per la sicurezza antispam: * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>