Si avvicina il periodo delle piogge, il Comitato SOS Braccagni NET ricorda alle istituzioni che…

Lettera aperta del 28 settembre 2014 - pericolo alluvioni

Lettera aperta del 28 settembre 2014 – pericolo alluvioni

Riportiamo il testo integrale, per maggior leggibilità:

Braccagni li 28 settembre 2014

Al Sindaco del Comune di Grosseto

Dott. Emilio Bonifazi

 

Al Presidente del Consorzio Bonifica nr.6 Toscana Sud

Sig. Fabio Bellacchi

 

Oggetto: Lettera aperta per l’avvicinarsi del periodo delle piogge anche a Braccagni

 

                Il Comitato SOS Braccagni N.E.T. vuol rivolgere con la presente ai rappresentanti delle autorità che il 13 gennaio 2014 sono intervenuti all’assemblea pubblica promettendo che, salvo i tempi tecnici per l’insediamento del nuovo presidente del Consorzio Toscana Sud, in “un paio di mesi” ci saremmo rivisti con la cittadinanza per pianificare gli interventi da fare per regimare al meglio lo smaltimento delle acque piovane.

                Ad oggi, anche cercando di chiamare direttamente gli interessati, non abbiamo avuto riscontro alcuno eppure tutti ricordano che il 5 ottobre 2013 ci fu una prima alluvione seguita venti giorni dopo da una seconda quasi fotocopia della precedente. Allora ci fu un grande interessamento da parte di tutti: si videro amministratori e tecnici ma soltanto dopo la seconda alluvione si cominciarono a pulire alcune fosse e canali di scolo completamente ostruiti dalla vegetazione per assoluta assenza di manutenzione. In particolar modo fu pulito il canale di scolo lungo via Aurelia, uno dei principali (se non l’unico ad oggi) canali che smaltisce l’acqua proveniente dalla “diga” della nuova Aurelia e dal poggio di Montepescali.

                La relazione che vi abbiamo consegnato a gennaio contiene sia l’indicazione dei flussi delle acque piovane sia alcuni spunti di intervento per diminuire il carico sul sistema fognario che, caditoie piene a parte, comunque non riesce a smaltire le acque piovane per vari motivi che vanno dal dimensionamento ormai superato con l’espansione del paese fino alla non ricezione del fiume Bruna quando c’è vento di mare (siamo quasi a livello del mare).

                Rinnovando la nostra disponibilità ad incontrarsi, a concordare interventi e per tutto ciò che possa essere utile vorremmo però vedere e toccare con mano gli interventi possibili prima di ritrovarci ancora sott’acqua e chiediamo di conoscere la pianificazione degli interventi di manutenzione previsti ad oggi per il sistema idrico di Braccagni perché così, senza interventi, senza manutenzione, senza investimenti per il miglioramento del sistema è chiaro che non potremo accettare scuse su eventuali responsabilità al ripetersi di eventi di ordinaria eccezionalità.

Certi di un Vostro intervento per la sicurezza della frazione di Braccagni e del paese di Montepescali rimaniamo a disposizione.

                                                                                                      Comitato SOS Braccagni N.E.T.       

                                                                                                                     Il presidente                      


-- Download Si avvicina il periodo delle piogge, il Comitato SOS Braccagni NET ricorda alle istituzioni che... as PDF --


SOS Braccagni, , , , , Permalink

5 Responses to Si avvicina il periodo delle piogge, il Comitato SOS Braccagni NET ricorda alle istituzioni che…

  1. nello says:

    La mattina in attesa dell’apertura dell’edicola scorro un po’ sul web e stamani in un primo attimo sono stato colpito: guarda il mì Robino, mi ha preceduto avrei voluto intervenire io sull’argomento, ma che vuoi lui Presidente del Comitato SOS logicamente ha preso posizione per tempo. Poi ho letto con più attenzione e ho visto che di tempo ne aveva preso tanto: cristo!!!!è di un anno e un mese fa, e allora è il caso di dire che “non c’è niente di nuovo sotto il sole”. No c’è di nuovo, o meglio, ci sono nuovi aggiornamenti, cioè che non essendoci niente di nuovo (scusate le ripetizioni, ma mi sembra che la cosa sia più incisiva) le cose sono peggiorate in quanto nel frattempo, chi di dovere, non è intervenuto né in manutenzione straordinaria né in quella ordinaria, per cui il poco che fu fatto a seguito delle alluvioni sta nuovamente presentando il conto (vedi ad esempio il canale di scolo lungo l’Aurelia Vecchia che si sta riprendendo il suo habitat, cioè inizio di nuova “forestalizzazione” e sporcizia). Ad esempio non è stato fatto nulla nelle fosse di scolo lungo le strade dei Pupilli e, quello che è peggio, lungo quella del Bozzone (e qui fra le altre cose insiste il caos province, per cui non si sa chi e come deve intervenire). La cosa è grave perché la fossa lato Grosseto di questa provinciale è la fogna a cielo aperto delle acque (si fa per dire, basta sentire il buon “profumo” che emana) delle acque chiare.
    Nei giorni scorsi (ma anche nel mese agosto e /o settembre è risuccesso) le piogge, che salvo rari scrosci temporaleschi (durati per altro per poche decine di minuti), normali hanno allarmato la popolazione. Io ho contato tre volte l’autospurgo al tombino della fogna delle acque chiare (di nuovo si fa per dire) all’incrocio fra le vie Garibaldini-Andreoli segno evidente di intasamento. Le prime due volte il solo mezzo con i suoi operatori, la terza ( pochi giorni fa) invece con , oltre l’autospurgo, schieramento di altri mezzi ed tecnici e/o operai, sicuramente dell’acquedotto e quasi sicuramente del Comune (non ho ancora capito dove finisce la responsabilità del comune, o Consorsio bonifica come fu detto nell’assemblea menzionata nella lettera, e dove comincia quella del Fiora sulle fogne). Fatto sta che è stata pulita la fogna anche lato via Andreoli e via Pilo (quando ho posteggiato davanti casa mi sono meravigliato della carta presente, in verità non molta, che di prima mattina non c’era, poi ho visto le tracce d’acqua intorno la tombino fognario) e questo è un bene, ma lo dovrebbero fare annualmente su tutta la rete. Onestamente non so come siano intervenuti, oltre alla pulitura della fogna, ma non mi sembra che abbiano fatto molto di più, o meglio non abbiano tolto quello che, non solo io, si reputa sia la causa. Nel tempo, proprio accanto alla fogna, periodicamente si apre una buca e periodicamente chi interviene mette (o ha messo) dei sassi per costipare (pare che la cosa sia avvenuta anche in altri punti stradali verso la stazione), sassi che con il tempo hanno danneggiato, crediamo, la fogna stessa. Forse saranno solo chiacchere, ma fatto sta che il problema alluvionale insiste soprattutto a causa delle fogne da vai Andreoli verso il depuratore.
    E allora incrociamo le dita e speriamo che Giove pluvio risparmi Braccagni e tutta la nostra provincia (se noi non piangiamo verso sud non ridono, visto che anche lì non credo abbiano messo tutto in sicurezza se basta un allarme meteo fra il giallo e l’arancio, colori standard per leggere soprattutto le cartine, per chiudere le scuole) poiché si va verso il periodo alluvionale della zona (fine ottobre prima decade di novembre)

  2. nello says:

    Oggi prove generali. Fogne, anche con cavedi puliti, non hanno ricevuto. Non so come è andata alla Stazione. I disagi sono aumentati perché oggi, al contrario dell’anno scorso, è mancata la corrente per 30′ circa e chi, come me, ha l’alternativa strada (come si dice “mors tua, vita mea”) sarebbe andato sottacqua comunque…… e chi di dovere continua a latitare

  3. robi says:

    caro vekkiaccio lo sai che ci proviamo, vediamo se si ricordano le loro promesse o se saranno state parole vuote. Vorrà dire che la gente di Braccagni potrà ricordarsene alla prossima alluvione.

  4. nello says:

    Una frase famosa del grande Manfredi era “fosse che non fosse la volta bona!”, Presidente io ci spero, però “chi vive sperando muore c……”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per la sicurezza antispam: * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>